30/12/14 Gricignano: scontro tra Di Luise e Moretti sull’approvazione dei debiti fuori bilancio

GRICIGNANO. Quello di stamattina, martedì 30 dicembre, è stato un consiglio comunale breve ma intenso. La seduta, convocata dal presidente Salvatore Cesaro, era chiamata ad approvare i debiti fuori bilancio del comune, che quest’anno hanno raggiunto la cifra di 600 mila euro, a fronte dei 200 mila euro approvati lo scorso anno.

Il punto della discordia tra Di Luise e Moretti è stato il terreno dei germani Migliaccio (che grava per 400mila euro sul totale dei debiti fuori bilancio), ovvero il sito di stoccaggio realizzato in località “Fusaro” durante l’emergenza rifiuti.

Come ci spiega il consigliere di opposizione Gianluca Di Luise “una buona amministrazione ha pochi debiti da riconoscere, una cattiva amministrazione ne ha tanti. Il debito fuori bilancio non è altro che una spesa occulta di cui si viene a conoscenza a sentenza e di cui non si tiene conto e non si rileva a chiusura di esercizio in sede di formulazione del consuntivo”.

Secondo la legge – continua Di Luise - è legittimo sanare i debiti fuori bilancio purché l'ente che li ha contratti ne abbia tratto una qualche utilità o arricchimento. Semplificando, si può dunque parlare di debiti fuori bilancio “buoni” e di debiti fuori bilancio “cattivi”.

Quelli buoni sono quelli accumulati da un Comune per finanziare opere o servizi di pubblica utilità. Quelli cattivi sono quelli che vengono a crearsi in seguito a una gestione finanziaria inadeguata protrattasi nel tempo.

Questi debiti sono tutti CATTIVI come la nostra amministrazione!”.

Come dicevamo, lo scontro tra il primo cittadino ed il consigliere di opposizione è nato perché, stando a quanto fornito dalle relazioni del responsabile dell’Area Tecnica, il comune di Gricignano sarebbe debitore nei confronti dei germani Migliaccio, come stabilito dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Sentenza n. 309/14), per una requisizione di urgenza da parte del comune stesso con Ordinanza Sindacale n. 15 del 02.04.04, poi prorogata per ulteriori sei mesi con successiva ordinanza del 30.06.05. per euro 382.049,39.

Queste vertenze – aggiunge il consigliere – non fanno altro che gravare ancora di più sulle casse comunali, e quindi sui cittadini. E’ assolutamente sbagliato credere che, dato il tempo trascorso, i responsabili non possano essere chiamati a rispondere degli atti che hanno arrecato un grave danno  alle casse comunali per intervenuta prescrizione.

E’ vero che il diritto al risarcimento del danno, in generale, si prescrive in 5 anni, ma ciò che occorre fissare al fine del calcolo dei termini di prescrizione, è il dies a quo, il momento esatto dal quale può partire il “conto alla rovescia” della prescrizione. Nel caso di azioni di responsabilità per danno erariale, secondo la consolidata giurisprudenza della Corte dei Conti (es. Sez. Giur. Lazio sentenze n.2350/2010 e 2379/2010 oppure Sez. Giur. Campania n. 291/2011) solo il pagamento segna il momento in cui si perfeziona l’evento dannoso ovvero l’effettiva diminuzione patrimoniale ai danni dell’Ente.

Quindi nel caso di Gricignano di Aversa il momento da cui calcolare i tempi per la prescrizione dell’azione di responsabilità è il momento in cui l’Amministrazione pagherà anche solo il primo centesimo della somma totale.

Adesso quindi nascono spontanee le seguenti domande:

1.     L’Amministrazione Moretti cosa farà a questo punto?

2.     Procederà con l’azione di responsabilità o no verso i “vecchi” amministratori e i dirigenti che hanno cagionato tale debito?

3.     Come mai se la sentenza è stata pubblicata nel febbraio del 2014 non si è provveduto ad opporre ricorso alla stessa?

4.     Come mai non si è cercato una transazione con i proprietari al fine di addivenire ad una riduzione dell’importo del debito??

5.     Come mai non è stato inserito in bilancio previsionale tale importo se già si conosceva la somma??

        Come si può amministrare così superficialmente? ha concluso Di Luise.

Inoltre, durante la seduta, il consigliere ha interrogato lo stesso Sindaco al fine di conoscere i nominativi e gli importi di tutte le ditte che hanno svolto lavori di manutenzione nel periodo che va dal 2012 al 2014, per valutare la congruità degli stessi e per verificare il totale inserito nel piano triannale delle opere pubbliche.

Articoli correlati

Elezioni, i nomi dei 109 candidati casertani alle parlamentarie del M5S
Pubblicato il 16/01/2018 • leggi all'articolo
#cambiAMOgricignano, Santagata: ''Domenica 21 gennaio incontro coi cittadini della zona Us Navy. Aquilante candidato sindaco? Una bocciatura per Moretti''
Pubblicato il 11/01/2018 • leggi all'articolo
Gricignano: Aquilante pronto a presentare logo e lista, in bilico la posizione di di Luise
Pubblicato il 09/01/2018 • leggi all'articolo
Gricignano: il 23 dicembre il Concerto di Natale presso la Chiesa di Sant'Andrea Apostolo
Pubblicato il 22/12/2017 • leggi all'articolo
#cambiAMOgricignano, Santagata: ''Sono orgoglioso di presentare il nostro logo''
Pubblicato il 22/12/2017 • leggi all'articolo
Gricignano: spari al centro di accoglienza, Bobb Alagiee si risveglia dal coma
Pubblicato il 16/11/2017 • leggi all'articolo
Gricignano - polemiche sulle graduatorie per il Servizio Civile: ''Vogliamo fare luce sulla vicenda''
Pubblicato il 01/11/2017 • leggi all'articolo
Gricignano - ennesimo rogo tossico, cumuli di amianto in fiamme
Pubblicato il 14/10/2017 • leggi all'articolo
Gricignano Attiva e Osservatorio Politico formalizzano l'accordo: Santagata alla guida del progetto
Pubblicato il 13/10/2017 • leggi all'articolo
Gricignano. Ennesimo incidente in via Aldo Moro, urgono interventi
Pubblicato il 01/07/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus