30/09/13 (8) E’ ora di impostare un percorso salutare

Nell’ottavo appuntamento della nostra rubrica Healthy Life :salute e benessere insieme,   iniziamo a mettere le basi per organizzare insieme un percorso di cambiamento salutare.

Dagli articoli precedenti abbiamo evidenziato che affrontiamo tutti i giorni un mondo complesso, che si è evoluto nel tempo con tecnologie sempre più sofisticate ma anche sconsiderate e pericolose! Siamo circondati da sostanze con nomi impronunciabili e dalla provenienza dubbia, un mondo che ci sta spingendo verso un baratro micidiale che nuoce sempre più alla nostra salute e quella dei nostri cari.

Io stessa fino a qualche anno fa rientravo nella schiera delle persone che volevano le comodità della lunga conservazione, a discapito talvolta della qualità e genuinità del prodotto fresco, o ricercavo guarigioni immediate con i soliti farmaci chimici, che sicuramente annullano i sintomi, ma innescano anche tante altre problematiche ed effetti collaterali!

Ma la scelta di quello che utilizziamo ed ingeriamo è solo nostra, nessuno ci obbliga a mettere nel carrello e portare a casa un prodotto piuttosto che un altro. I mezzi di comunicazione ci ipnotizzano con la pubblicità che esalta continuamente i miti del consumismo, della modernità, della velocità, della bellezza artificiale, ma stanno modificando radicalmente anche il rapporto tra gli esseri umani e quello tra uomo e ambiente!              

Quindi è ora di farci furbi, non facciamoci imbrogliare, perché ciò che ci fa male è “invisibile”: non è possibile vedere ad occhio nudo l’inquinamento nell’aria, le sostanze tossiche immesse nell’acqua, i magnetismi rilasciati dalle apparecchiature elettroniche (compreso modem e cellulari), la radioattività, non ci si accorge dei pesticidi ed aditivi chimici nei cibi, nei prodotti per la cura personale. Di conseguenza stiamo creando nel tempo mutamenti climatici e danni all’ecosistema, che ci coinvolgono tutti.

Pertanto dobbiamo assolutamente riflettere sulle nostre abitudini tenendo sempre presente i 4 principi fondamentali che sono alla base della nostra salute:

1)SEGUIRE UN’ALIMENTAZIONE CORRETTA E SANA  per sostenere ed aiutare le naturali difese immunitarie. Basta riempire i carrelli della spesa di affettati,surgelati, scatolette e precotti. Anche se in Italia sono molti gli organismi che vigilano sulla sicurezza dei cibi che mangiamo e le normative europee offrono una buona protezione rispetto al passato, il vero problema è la rete dei controlli (prodotti cinesi spacciati per italiani, carni contaminate immesse sul mercato con certificazioni sanitarie fasulle, surgelati scaduti da anni rietichettati etc.) Molti non sanno che la nostra società presenta dei rischi alimentari ancora più pericolosi che non conosciamo e che vanno tenacemente combattuti. Di una buona parte dei prodotti che mangiamo, non si conosce nulla sull’origine della materia prima, perché la legislazione non lo prevede e soprattutto siamo bombardati da conservanti, aromi, additivi chimici, pesticidi ed antibiotici.

Bisogna attuare qualche strategia di sopravvivenza visto che è in gioco la salute di milioni di cittadini. Non vogliamo più OGM(organismi geneticamente modificati) e torniamo a fare la spesa dal commerciante di fiducia privilegiando i prodotti regionali e nazionali, aiutando il nostro paese in forte crisi economica. Scopriamo anche i negozi biologici e macrobiotici che offrono alimenti lavorati con attenzione alla salute e a basso impatto ambientale. Infine cercate di leggere con attenzione gli ingredienti di ciò che acquistate, non fermatevi alla semplice scritta riportata in evidenza o alla foto invitante…potreste scoprire che a volte anche il biologico o la scritta “integrale” può nascondere elementi poco salutari!

2) LIMITARE IL PIU’ POSSIBILE I FARMACI. Secondo un’indagine realizzata da Kaiser Family Foundation, negli ultimi 10 anni sono aumentati in modo sostanziale le prescrizioni di farmaci. Solo nel 2005 c’è stato un incremento del 70% rispetto al 1994. Il trend sembra non arrestarsi, anche perchè sempre più medicinali stanno entrando nel mercato. Allora è doverosa una riflessione: sembra ci sia una relazione diretta tra l’aumento dei farmaci prescritti e l’aumento delle malattie! La “Medicina” continua a far “sparire” solo i sintomi, senza cercare minimamente le cause delle malattie!

Alla base delle cure naturali invece c’è un diverso concetto di salute, che non comprende soltanto il piano fisico ma anche quello emozionale e spirituale, una concezione olistica dell’uomo. L’olismo (dal greco olos - tutto) concepisce l’essere umano come un’unione indissolubile di corpo-mente-spirito. All’interno di questa visione unitaria dell’uomo, la malattia è considerata il prodotto di uno squilibrio tra il paziente e il suo ambiente. La naturopatia non si preoccuperà soltanto di eliminare il sintomo, ma di analizzare le cause profonde alla base della patologia: si prenderà cura dell’individuo nella sua totalità, interessandosi al suo stile di vita, dall’alimentazione al contesto sociale ed emotivo in cui vive. Il processo di guarigione non sarà così limitato ad un affidarsi passivo nelle mani del terapeuta, ma consisterà piuttosto in un impegno attivo a collaborare per il ristabilimento del proprio equilibrio.                                                                                       

Negli ultimi anni le cure naturali si stanno diffondendo: aumentano i medici omeopati, i fitoterapeuti, i naturopati, come pure le farmacie che danno ampio spazio a questo tipo di rimedi. Le cure naturali non si configurano però come un corpo unico, alcune provengono da una tradizione medica orientale, come ad esempio l’Agopuntura e lo Shiatsu, altre dalla cultura europea e occidentale, come l’Omeopatia e la Floriterapia dove la malattia è vista in modo diverso, non più nemico da combattere ad ogni costo, ma segnale della necessità di un riequilibrio.  

3) TROVARE IL GIUSTO EQUILIBRIO EMOZIONALE. Bisogna eliminare i motivi di stress e di tensione allontanando dal corpo, nei limiti del possibile, tutte le difficoltà che lo opprimono dal punto di vista fisico ed emotivo.  E’ stato dimostrato infatti che il cambiamento di atteggiamento da negativo a positivo crea un effetto psico-neuro- immunologico rafforzante. Siamo noi che prepariamo il terreno alle possibili infezioni e malattie, diffondendo il malessere dappertutto (quando i motivi di tensione sono due, tre...o anche di più). E’ difficile, ma i problemi devono essere curati o almeno ridimensionati, per allentare lo stress e per dormire a sufficienza (per chi non lo sa dormire poco influisce sul sistema immunitario e neurovegetativo). Curare la psiche significa ritrovare energia, senso della vita, gioia di essere al mondo, apprezzare se stessi e il proprio corpo. Bisogna trovare quindi delle strategie per affrontare meglio le situazioni, per esempio un aiuto potrebbe essere il guardare chi sta peggio di noi.

4) SVOLGERE CON REGOLARITA’ UN PO’ DI ATTIVITA’ FISICA perché oltre a mantenere il corpo in splendida forma e a rinforzare il sistema immunitario, aiuta a smaltire l’accumulo eccessivo di tossine, tonifica anche l’umore e il cervello (l’esercizio fisico è uno dei più potenti antidepressivi ed ansiolitici naturali), migliora la qualità del sonno, la memoria, la concentrazione e le prestazioni mentali in generale, come dimostrato recentemente da alcuni studi dell’Università dell’Illinois.

Gli sport che si possono praticare sono tanti, basta solo sceglierne uno, ricordando che, per fare in modo che gli effetti risultino positivi per la salute, è necessario non esagerare evitando sforzi eccessivi. Considerate che un'attività fisica di media intensità praticata regolarmente, tipo 30-40 minuti di camminata veloce al giorno, per almeno 3-4volte alla settimana, abbassa persino l'incidenza delle malattie cardiache di un terzo (talvolta addirittura della metà). Il corpo quando viene messo in moto energeticamente ottiene un effetto incredibilmente benefico per tutta la salute.

Buon percorso a tutti e come disse Ippocrate “IL CORPO UMANO E’ UN TEMPIO E COME TALE VA CURATO E RISPETTATO”.

Per leggere gli articoli precedenti clicca qui: apri

 

comments powered by Disqus