23/04/18 Viaggiare in primavera: Australia, il paese ideale da visitare se si è curiosi

ROMA. La primavera è spesso la stagione migliore per partire per le vacanze. Il caldo non è ancora così opprimente, i turisti sono ancora pochi e i prezzi non sono esorbitanti. Dove andare, però? Ogni stagione ha la sua destinazione, e la primavera non fa eccezione. Esistono le solite mete molto reclamizzate in Europa, ma, per chi volesse provare un luogo diverso dagli altri c’è un luogo che è un mix perfetto di bellezze naturali, divertimento e storia. Stiamo parlando dell’Australia, un luogo che molto distate da noi sia geograficamente che culturalmente, ma che racchiude un fascino misterioso.

 

Ecco tutto quello che bisogna sapere per chi vuole affrontare al meglio questa esperienza. 

 

La primavera australiana

 

L’Australia è un paese vasto con zone climatiche molto diverse tra loro. Per questo, per chi vuole visitarla al meglio, è consigliabile fare le valige in Primavera, quando il clima è molto mite. Si badi bene, però, a non cadere in un tranello in cui, chi non è esperto di geografia, potrebbe imbattersi.

 

L’Australia, come dice il nome stesso, si trova nell’Emisfero Australe, quindi, le sue stagioni sono invertite rispetto alle nostre. Ciò vuol dire che, quando parliamo di primavera, non ci riferiamo alla nostra, ovvero quella che va da marzo a giugno, ma alla primavera australiana, che cade intorno a settembre e termina in novembre. Bisogna tenere conto anche del fatto che, nel periodo che va da maggio a ottobre si 

 va incontro alla stagione secca, ovvero, quella caratterizzata da totale assenza di piogge e temperature che variano dai 30 ai 34 gradi, periodo ideale, dunque, per imbarcarsi in questa avventura.

Luoghi da vedere: Sidney

 

 

 

Per quel che riguarda le mete da visitare, Sidney è senza dubbio un luogo imperdibile. Per gli amanti della cultura e dell’arte il Sidney Opera House è una meta che non può mancare. Situato nella baia della città australiana è dotato anche di un parco divertimenti. La sua particolare forma lo rende una meta turistica anche per chi non ama l’arte e la cultura. I suoi gusci a sezione sferica possono ricordare la flottiglia di barche a vela che si reca in crociera nei mari australiani.

 

Altro luogo che potremmo definire «di culto» per i turisti è il Taronga Zoo. La sua particolare posizione con vista sull’acqua lo rende speciale già di suo. Al suo interno è possibile trovare circa 2.900 specie esotiche e native, tra cui gorilla, tigri, leopardi, scimpanzé e giraffe. Gli amanti dell’avventura, poi possono prenotare il pacchetto Roar & Snore, che prevede il campeggio degli ospiti nello zoo per la notte.

 

Sidney è famosa anche per il suo Royal Botanic Garden. Aperto nel 1816 è la più antica istituzione scientifica dell’Australia. Al suo interno è possibile effettuare passeggiate guidate, del tutto gratuite ma anche effettuare i famosi tour Aboriginal Heritage dove è possibile assaggiare i cibi del bush. Con questo termine si indica il cibo tipico degli aborigeni australiani.  

 

Ayers Rock

 

Per gli amanti della natura, consigliamo l’Ayers Rock. Si tratta di un massiccio roccioso celebre per la sua particolare colorazione rossa, capace di mutare in maniera spettacolare (dall'ocra, all'oro, al bronzo, al viola) in funzione dell'ora del giorno e della stagione. La superficie, che da lontano appare quasi completamente liscia, rivela avvicinandosi molte sorgenti, pozze, caverne, peculiari fenomeni erosivi e antichi dipinti. Si tratta di un luogo sacro per gli aborigeni, che lo hanno denominato Uluṟu. Questo termine si pensa possa derivare alla parola ulerenye che significa «strano».  L’ Ayers Rock è stato formalmente riconsegnato dal governo australiano agli indigeni del luogo nel 1985.

 

Witheaven Beach

 

 

 

Gli amanti delle spiagge non si possono perdere una visita alle Witheaven Beach. Si tratta di una delle 10 spiagge più belle al mondo con la sua finissima sabbia bianca. Il luogo è raggiungibile solo in barca ed è all’interno di un grande parco naturale. Il mare ha dei colori meravigliosi che vanno dall'azzurro al verde al blu a seconda dell'alta e della bassa marea. Per poter mantenere il suo paesaggio così incontaminato, bisogna seguire alcune regole rigide, come il divieto di fumo e quello di portare cani.

Vanno fatte, infine, alcune considerazioni per chi è abituato ad altre realtà.  Sul lungomare non c'è nessun servizio, e quindi non è possibile sostare per una notte e questo aspetto contribuisce a renderla un 

comments powered by Disqus