04/12/18 Palermo: colpo alla nuova Cupola di Cosa nostra, 46 arresti. Preso l’erede di Riina

PALERMO. Colpo alla nuova Cupola di Cosa nostra a Palermo. Un’inchiesta della Dda palermitana ha portato all’arresto di 46 persone, tra le quali Settimino Mineo, ritenuto erede di Totò Riina, accusate di associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, porto abusivo di armi e danneggiamenti.

L'anziano padrino, già condannato a 5 anni al maxiprocesso istruito da Giovanni Falcone, era stato nuovamente arrestato 12 anni fa per poi tornare in libertà dopo una condanna a 11 anni. Mineo, secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, aveva il terrore di essere intercettato e non usava telefoni. La "Commissione provinciale" di Cosa nostra, che da anni ormai aveva smesso di riunirsi, sarebbe stata riconvocata il 29 maggio, segno che l'organizzazione criminale si stava riorganizzando tentando di tornare a essere la "vecchia" mafia.

Articoli correlati

Palermo: militante di Forza Nuova legato e picchiato
Pubblicato il 21/02/2018 • leggi all'articolo
Berlusconi in visita a Palermo: ‘’Chi vota M5S non ha testa’’
Pubblicato il 02/11/2017 • leggi all'articolo
Palermo: decapitata la statua di Giovanni Falcone davanti alla scuola dello Zen
Pubblicato il 10/07/2017 • leggi all'articolo
Palermo, firme false M5S: chiesti 14 rinvii a giudizio
Pubblicato il 13/04/2017 • leggi all'articolo
Palermo: disabile segregata in casa e costretta a prostituirsi, arrestato il compagno
Pubblicato il 30/03/2017 • leggi all'articolo
Palermo: soldi in cambio di sconto sulle multe, arrestati tre poliziotti
Pubblicato il 12/10/2016 • leggi all'articolo
Palermo: abusi su ex alunna minorenne, arrestato prof di religione
Pubblicato il 31/05/2016 • leggi all'articolo
Palermo: abusa della figlia minorenne, arrestato 40enne
Pubblicato il 25/05/2016 • leggi all'articolo
Palermo: violenza sessuale su un 13enne a scuola, fermato 16enne
Pubblicato il 12/04/2016 • leggi all'articolo
Palermo: via anche Novellino! Torna Ballardini
Pubblicato il 11/04/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus