02/03/14 M5S Cesa: ''Non parteciperemo alla sagra della firma''

CESA. Il Movimento Cinque Stelle di Cesa, alla luce degli incresciosi avvenimenti delle ultime ore, ha deciso di non partecipare alla “Sagra della firma” che si svolgerà domattina in Piazza De Michele.

I cittadini di Cesa non meritano spettacoli da asilo infantile e gare a colpi di penna che tolgono credibilità ad una politica già in crisi anche a causa di episodi simili al balletto delle autorizzazioni che ha visto protagonista qualche dirigente politico e qualche dipendente comunale del nostro paese.

Il rinnovamento annunciato forse un po' troppo a sproposito da qualcuno, si attua con logiche, comportamenti e prassi diverse rispetto al passato, anche nelle piccole cose, non con vecchi trucchetti spacciati per condotte nuove.

Lasciamo ad altri il misero divertimento di creare malumori e polemiche tra attivisti politici di forze politiche diverse; noi preferiamo “accontentarci” della chiarezza e della correttezza, non solo verso i nostri simpatizzanti ma verso i cesani tutti.

In attesa di conoscere per iscritto il reale svolgimento della “corsa dei gazebo”, per buon senso ma soprattutto per buon gusto, abbiamo deciso di posticipare a data da destinarsi la nostra raccolta firme per chiedere chiarezza sui criteri di calcolo della TARES.

Data l'importanza della questione, particolarmente sentita dai cittadini-contribuenti, soprattutto in un momento così delicato come quello attuale, non avrebbe avuto senso ridurre la giornata di mobilitazione civica da noi programmata nel pieno rispetto dei regolamenti e del pluralismo democratico, ad un braccio di ferro inutile ed inopportuno con chi evidentemente pronuncia parole quali “democrazia” e “confronto” più per abitudine che per convinzione.

Non è certo con le furbate di giovani vecchi e vecchi travestiti da giovani che si risolvono i problemi e si meritano le simpatie popolari.

Il Movimento Cinque Stelle vuole essere il movimento di tutti i cesani, indipendentemente dai voti e dalle tessere, e rifiuta con fermezza logiche e mezzucci da piccola bottega che hanno unicamente l'effetto di dividere e di scatenare lotte tra tifoserie che poco o nulla hanno di politico.

E proprio in nome di questo spirito costruttivo e partecipativo, il M5S invita i suoi simpatizzanti a “donare” la firma “risparmiata” alla petizione per il wifi libero promossa dai Giovani Democratici.

Articoli correlati

M5S, Di Maio: ‘’Noi sotto attacco, ma siamo uniti’’
Pubblicato il 30/10/2018 • leggi all'articolo
Mattarella: ‘’Il potere inebria, servono contrappesi alla Costituzione’’
Pubblicato il 12/10/2018 • leggi all'articolo
Berlusconi contro Di Maio: ‘’No al decreto dignità, non conosce il lavoro’’
Pubblicato il 16/07/2018 • leggi all'articolo
Ballottaggi: vince il centrodestra, crolla il Pd
Pubblicato il 25/06/2018 • leggi all'articolo
Di Maio: ‘’Stop ai vitalizi, la deliberà è già pronta’’
Pubblicato il 04/06/2018 • leggi all'articolo
Governo: Di Maio e Salvini chiedono più tempo a Mattarella per la figura del premier
Pubblicato il 15/05/2018 • leggi all'articolo
Governo, Fico: ‘’Dialogo positivo tra M5S e Pd’’
Pubblicato il 27/04/2018 • leggi all'articolo
Governo, Di Maio: ‘’O intesa M5S- Pd o si torna al voto’’
Pubblicato il 26/04/2018 • leggi all'articolo
Consultazioni, Forza Italia: ‘’Accordo solo se M5S riconosce Berlusconi’’
Pubblicato il 12/04/2018 • leggi all'articolo
Governo, Salvini: ‘’Non è o me o la morte’’
Pubblicato il 26/03/2018 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus