20/09/18 Napoli: raid nella notte a Forcella, ferito 13enne

NAPOLI. Un 13enne è rimasto ferito nella serata di ieri nel quartiere Forcella, a Napoli, durante un raid intimidatorio con colpi di pistola sparati contro un centro scommesse di Via Pietro Colletta.  Rimasta leggermente ferita anche una cassiera. Nessuna delle persone presenti nel centro è stata raggiunta dai proiettili, almeno 6, sparati da due persone in sella ad uno scooter.

Il ragazzino è stato portato nel vicino ospedale Loreto Mare dove i medici lo hanno medicato e poi dimesso. Non si esclude che il tredicenne sia parente di una delle persone che lavorano nel centro scommesse: era infatti all'interno del negozio quando è scattato il raid. La Scientifica ha delimitato l'area e sta cercando di raccogliere elementi utili per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Articoli correlati

Napoli - bomba contro l’ingresso della storica pizzeria di Gino Sorbillo: ‘’Andiamo Avanti’’
Pubblicato il 16/01/2019 • leggi all'articolo
Napoli, un tour ''geniale'': alla scoperta dei luoghi della Ferrante
Pubblicato il 08/12/2018 • leggi all'articolo
Napoli: uomo ucciso a coltellate durante una lite al centro storico
Pubblicato il 03/12/2018 • leggi all'articolo
Napoli: sequestra l’ex compagna e la riduce in fin di vita, arrestato 52enne
Pubblicato il 05/11/2018 • leggi all'articolo
Napoli: nuova scossa di terremoto nei Campi Flegrei, scuola evacuata e gente in strada
Pubblicato il 12/10/2018 • leggi all'articolo
Napoli: nel sottosuolo del Plebiscito un ipogeo voluto da Gioacchino Murat
Pubblicato il 01/10/2018 • leggi all'articolo
Napoli: terremoto nei Campi Flegrei, paura tra la gente
Pubblicato il 19/09/2018 • leggi all'articolo
Napoli: esplode abitazione nei quartieri spagnoli, un morto e due feriti
Pubblicato il 17/09/2018 • leggi all'articolo
Napoli: muore 16enne ricoverata al Monaldi, è giallo
Pubblicato il 10/09/2018 • leggi all'articolo
Napoli, De Magistris: ‘’Faremo moneta napoletana aggiuntiva’’
Pubblicato il 04/09/2018 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus