18/08/17 Boom nel mercato delle auto usate italiano

ROMA. Nell’ultimo anno il mercato delle auto usate in Italia ha conosciuto una crescita importante, a differenza di quanto prospettato qualche anno fa. È quanto emerge dai dati diffusi da Noicompriamoauto.it, il servizio online per chi compra auto usate. Solo negli ultimi sei mesi si è registrato un aumento mensile del 5,3% del numero di auto di seconda mano presenti sul territorio nazionale. I dati sono confermati anche dall’ACI nel rapporto mensile intitolato “Auto-Trend”: per ogni 100 auto immatricolate vengono acquistate 123 auto di seconda mano.

 

Soprattutto perché acquistare auto di seconda mano costa meno, lo sanno tutti. Ma il boom del mercato delle auto usate non è dovuto solo alla crescita della domanda da parte dei consumatori, interessati ad acquistare automobili ad un prezzo vantaggioso; nell’ultimo anno è soprattutto l’offerta di auto usate ad essere cresciuta. Grazie alla possibilità di vendere auto non utilizzate a servizi online come Noicompriamoauto.it, i proprietari delle autovetture evitano i costi di rottamazione e della burocrazia.

 

Sia la presenza di mezzi più comodi per vendere la propria auto, che le normative vigenti hanno favorito la crescita del mercato dell’usato. Per la legge italiana è vietato abbandonare e lasciar deperire un veicolo, sia su suolo pubblico che su suolo privato; i proprietari di vetture non più in uso devono sempre procedere con la rottamazione; un processo che si rivela nella maggior parte dei casi lungo e dispendioso.

 

Per liberarsi definitivamente di un veicolo è necessario poi sostenere spese di demolizione presso un centro autorizzato e ottenere la cancellazione del veicolo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Non semplicissimo, insomma.

 

Per evitare questo iter burocratico complicato e costoso, sempre più italiani si rivolgono a servizi online di compravendita di auto usate. Questi servizi permettono di vendere la propria auto non più utilizzata, altrimenti destinata alla demolizione.

 

Il Governo ha contribuito a questa tendenza rendendo la rottamazione dei veicoli economicamente meno vantaggiosa. La legge di Bilancio del 2017 ha infatti ristretto gli incentivi per la rottamazione, applicandoli alle sole auto aziendali. La vendita delle auto sul mercato di seconda mano è diventata più allettante ed economicamente vantaggiosa rispetto alla rottamazione. Stiamo assistendo forse ad un nuovo modo di vendere e acquistare auto? Solo il tempo potrà dirlo, ma sembrano esserci tutte le premesse.

.

 

comments powered by Disqus