14/08/13 Real Madrid show, Inter cosi non va!

DALLAS. Con un umiliante 3-0 termina la tournèe americana dell’Inter, sconfitta da un Real Madrid stratosferico messo in campo da Carlo Ancelotti.

LE FORMAZIONI. INTER (3-5-1-1) — Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, JuanJesus; Jonathan, Cambiasso, Kuzmanovic, Olsen, Pereira, Guarin, Palacio.

REAL MADRID (4-2-3-1) — Diego Lopez, Carvajal, Nacho , Sergio Ramos, Arbeloa; Casemiro, Modric, Ronaldo, Kakà, Di Maria, Morata.

I madrileni, nettamente superiori già dai primi minuti di gioco,  si portano in vantaggio all’11' grazie al gol dell’ex milanista Kakà, che colpisce di testa dopo una ribattuta del portiere Handanovic. Stesso copione per tutto il primo tempo: il Real Madrid attacca e l’Inter si difende come può. Ma il limite, dopo essere stato sfiorato tante volte, viene toccato. Arriva il doppio vantaggio dei blancos con Cristiano Ronaldo che raccoglie un passaggio perfetto di Casemiro e con un destro angolato trafigge il portiere sloveno che nulla può fare se non guardare la palla andare a rete. Parte il secondo tempo con il Real Madrid che effettua 3 cambi; out Ronaldo, Arbeloa e Modric. Dentro Pepe, Khedira e Jesè Rodriguez, quest’ultimo subito protagonista avendo colpito una traversa. Entrano forze fresche per l'inter: Alvarez, Icardi e Carrizo e successivamente Nagatomo, Belfodil, Duncan, Mbaye e Andreolli.

Prova di orgoglio per i nerazzurri, che crescono e creano occasioni, ma proprio nel momento migliorie subiscono il 3-0 con Alvarez che, nel tentativo di anticipare  Casemiro, sbaglia e insacca nella sua porta. L’Inter può solo osservare lo strapotere madrileno testimoniato da un controllo di palla costante.  

Grande lezione di calcio da parte di Carlo Ancelotti, che mette in campo un Real impeccabile con una difesa forte, un centrocampo solido e un attacco guidato da Ronaldo, Kakà e dal giovane Morata. Ed è proprio Morata, sogno del Napoli di De Laurentiis, che non sfigura arrivando al tiro più volte. 

Dopo una disastrosa partita dell’Inter, al 90’ termina la gara.  Tutti sotto la doccia a meditare su una tournèe che ha portato solo scompiglio e delusioni essendo stati evidenziati i limiti di una squadra con una difesa non compatta, un centrocampo da rifare e con un Palacio solitario in avanti

Un bottino amaro per la squadra guidata da Walter Mazzarri che chiude con un penultimo posto nel girone con 4 partite giocate di cui 3 perse e una pareggita e poi vinta ai rigori, (9 gol subiti e 1 segnato). Insomma, tanto lavoro da fare per l’Inter che a poche settimane dall’inizio del campionato si ritrova con una rosa incompleta e con una squadra da ricostruire per puntare alla qualificazione alla massima competizione Europea, ovvero la Champions League.

 

Articoli correlati

Cristiano Ronaldo: un'anticamera alla Super League?
Pubblicato il 27/07/2018 • leggi all'articolo
Siria, Gentiloni: ‘’Inaccettabile uso delle armi. Italia coerente alleato USA’’
Pubblicato il 17/04/2018 • leggi all'articolo
Usa, Trump propone stretta sulla vendita di armi
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Focus - L'insostenibile leggerezza di Santon
Pubblicato il 23/01/2018 • leggi all'articolo
Le tre prove del fuoco
Pubblicato il 04/10/2017 • leggi all'articolo
Serie A 2017/18: il calendario del Napoli
Pubblicato il 26/07/2017 • leggi all'articolo
Omicidio di Valencia. Eseguita l’autopsia sul corpo di Marcello
Pubblicato il 07/07/2017 • leggi all'articolo
Calciopoli, clamorose rivelazioni di Caressa: ''La Juve chiese licenziamento mio e di Bergomi''
Pubblicato il 06/04/2017 • leggi all'articolo
Napoli-Real Madrid: la città partenopea blindata per l'arrivo dei blancos
Pubblicato il 03/03/2017 • leggi all'articolo
Human Rights Watch a Trump: ''Non bandire i Fratelli Musulmani''
Pubblicato il 09/02/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus