09/12/15 Opzioni binarie, occhio ai segnali!

ROMA. Non solo in strada e nella vita di tutti i giorni: i segnali sono importanti anche nel trading binario. Proviamo insieme a vedere cosa sono e in che modo possono aiutare l’investitore a scegliere la propria chiamata.

Occhio ai segnali è un modo di dire, anzi una raccomandazione piuttosto frequente: ci vengono in mente subito i cartelli stradali, dove implica la necessità di prestare un’attenzione particolare e decisiva alle indicazioni suggerite o imposte alla circolazione delle auto; oppure, in ambito più privato, può fare riferimento all’abilità di saper cogliere determinate sfumature nel comportamento e nelle parole di una persona, in special modo di una donna. Un altro campo in cui questo consiglio sta diventando sempre più predominante è quello delle opzioni binarie, la nuova e diffusa forma di trading online, dove appunto questo strumento sta trovando una diversa e concreta applicazione, grazie anche ai siti e forum, anche completamente in italiano come www.opzionibinarie60.com, su cui trovare informazioni e dettagli su cosa sono i segnali per le opzioni binarie e in che modo imparare a sfruttarli.

In sintesi

Provando a semplificare di molto, possiamo dire che i segnali in opzioni binarie sono dei dati generati e calcolati da un software che analizza il mercato e le sue condizioni di potenziale di profitto; queste informazioni vengono poi inviate ai clienti registrati e possono supportare il trader nella scelta della strategia di investimento o, più nello specifico, nella chiamata giusta (o quanto meno più “logica”) da effettuare. Ovviamente, la premessa di base è che il mercato finanziario che sottende il sistema binario è fondamentalmente imprevedibile, e quindi le analisi e le statistiche, così come appunto i segnali, rappresentano più che altro una bussola in grado di orientare l’operatore, soprattutto se principiante, verso la direzione che dovrebbe essere la più “probabile” e più efficiente. Secondo quanto dichiarato dai fornitori di segnali, comunque, questo strumento di trading consente la ricezione di informazioni precise e chiare, in grado di generare un livello di accuratezza della negoziazione di almeno l’82% e una quantità elevata di vincita, fino all’80% dei casi.

Come funziona

Il primo passo da compiere è la scelta del provider: in Rete ci sono società che rivendicano risultati fantastici sui loro siti, ma in realtà non ci sono mezzi per verificare in modo indipendente queste autocelebrazioni. Alla luce di questo, l'unico modo possibile di verificare queste affermazioni è quello di utilizzare la loro prova gratuita e l’account demo prima di sottoscrivere un abbonamento, sfruttando quindi l’opportunità per testare il servizio di segnali, valutando i consigli ricevuti e scoprire la loro reale validità. In questo modo, anche se i dati dovessero rivelarsi inutile, la propria perdita sarà limitata solo ai canoni di abbonamento pagati all'inizio. In genere, i segnali arrivano come avviso via e-mail o sms, in cui vengono fornite informazioni su uno specifico trade: quelli giornalieri scadono al termine della giornata di attività di mercato e il livello di prezzo finale viene annunciato alla scadenza; quelli a breve termine hanno durata di un’ora e, infine, alcuni servizi offrono anche segnali per opzioni a 60 secondi, 5 minuti e 30 minuti (ma in questo caso va prima autorizzata la transazione con negoziazione automatica).

I vantaggi

Le società provider di segnali guadagnano una parte importante dei ricavi dalle compravendite di successo che vengono eseguite e realizzate dai trader che decidono di mettere in atto i consigli ricevuti; grazie alle informazioni garantite dalla sottoscrizione dell’abbonamento, anche chi è alle prime armi può iniziare a fare guadagni copiando, sostanzialmente, le indicazioni del provider, senza dover quindi studiare gli asset, i loro prezzi o le loro performance storiche.

comments powered by Disqus