10/10/19 Champions League, Napoli e Juve: serve di più per il primato

NAPOLI. La Champions League è cominciata ed ha emesso i suoi primi due risultati negli otto gironi della massima competizione per club. Le italiane hanno cominciato con fortune alterne: l’Inter, quella dal sorteggio decisamente più ostico, ha un solo punto dopo le prime due tornate e si giocherà tutte le residue speranze di qualificazione nel prossimo match casalingo contro il Borussia Dortmund. Il Napoli e la Juve invece godono di quattro punti in classifica ciascuna ed un primato che per gli azzurri è solitario, dopo la splendida vittoria al San Paolo nell’esordio col Liverpool, per i bianconeri invece in coabitazione con un Atletico Madrid col quale aveva pareggiato al debutto, sciupando un vantaggio di due reti.

La seconda giornata è stata però deludente in casa Ancelotti, con gli azzurri incapaci di vincere in Belgio contro il Genk una partita alla portata, sebbene maledetta, per via dei vari legni colpiti ed un pizzico di imprecisione sotto porta di Milik in particolare. Dopo il successo della prima giornata roboante contro i campioni d’Europa in carica era lecito attendersi una conferma importante dei partenopei, utile a perseguire l’obiettivo ambizioso di chiudere il girone al primo posto, così da creare i migliori presupposti possibili in ottica sorteggio per gli ottavi di finale.

A questo punto, è necessario prestare grande attenzione alla prossima partita del Gruppo E col Salisburgo: una squadra che benissimo ha fatto gli ultimi anni in Europa League, che ha dilagato col Genk all’esordio e ha fatto soffrire non poco ad Anfield il Liverpool. Prima di guardare avanti, dunque, per il Napoli è indispensabile salvaguardarsi da eventuali spiacevoli sorprese.

Le quote sulla squadra vincente della Champions League vedono il Napoli lontano dalle favorite, piazzato a 29 nel tabellone proposto da bwin: decisamente più bassa la quota che vedrebbe vincitrice la Juventus, a 24 anni dall’ultima volta. I bianconeri erano partiti alla grande in Champions, con un doppio vantaggio al Wanda Metropolitano, sciupato nei minuti finali. Una vittoria che sarebbe stata letale in ottica qualificazione ma soprattutto primo posto, obiettivo principale degli uomini di Sarri in una competizione che si gioca ovviamente per vincere. Invece si resta a 4 punti appaiati con l’Atletico, vittorioso poi con la Lokomotiv Mosca, mentre la Juve in casa si è sbarazzata facilmente del Bayer Leverkusen.

Il prossimo appuntamento della Juve con la squadra russa arriva in un periodo intenso nel calendario e di grande freddo, fondamentale sarà portare a casa in qualsiasi modo i tre punti per poi arrivare al match con l’Atletico in grado di lottare per un primo posto necessario, al fine di non incontrare una possibile testa di serie già dagli ottavi di finale.

Juve e Napoli restano grandi favorite per la qualificazione, ma con speranze ottime di farlo da prime in classifica: resta decisamente più ardua l’impresa per l’Inter. Per riuscire a completare il tris perfetto delle italiane, serviranno almeno quattro punti fra andata e ritorno con i tedeschi del “muro giallo”.

 

comments powered by Disqus