03/11/14 La Corpora infiamma Aversa, Monza piegata

AVERSA. Se il buongiorno si vede dal mattino, quest’anno la Corpora New Volley e la città di Aversa onoreranno la serie A come la categoria e la città meritano. Per la prima assoluta del volley femminile di serie A nella città normanna non poteva esserci scenario, contesto e avversaria migliore. Al PalaJacazzi la Corpora Aversa piega 3-2 la corazzata Saugella Team Monza davanti a 550 spettatori affamati di grande volley. La sfida è stata equilibratissima, con picchi di grandissimo spettacolo e un risultato di enorme prestigio oltre che importanza in termini di classifica, contro una delle candidate dichiarate al salto di categoria.

Della Volpe inserisce fra le titolari la neo-arrivata Cvetanovic, che insieme a Merkova e a Donà va a comporre il blocco di bocche da fuoco Corpora. Al centro vanno Veglia e Nardini, con Drozina in palleggio e Minervini libero. Le brianzole di Delmati schierano Balboni in regia, capitan Bonetti, Matuskova e Moneta con Devetag e Facchinetti centrali, libero Bisconti.

L’inizio è punto a punto, e diversamente non potrebbe essere considerata la tensione accumulata in due mesi e mezzo di pre-campionato. Il primo strappo è targato Corpora, con la slovena Cvetanovic sugli scudi per il 12-9 delle sue. Dopo il timeout tecnico Monza sembra mollare la presa lentamente: Merkova sigla il 19-14, uno splendido diagonale di Donà sigla il 23-19. Delmati chiama tempo, Balboni va in battuta e non molla più il proprio turno: 0-6 di parziale e set incredibilmente appannaggio delle ospiti, grazie a un finale eccellente di Matuskova e Devetag.

Il secondo parziale comincia all’insegna della rabbia Corpora per il set appena gettato: sull’8-4 Delmati prova a riordinare le idee con un time-out dopo il mini-solco scavato da Nardini e Donà. La parità arriva a quota 16 ad opera di Moneta, ma grande merito della rimonta va a una Devetag extra-lusso. L’ennesimo break vanificato non scoraggia Drozina e compagne, che ricostruiscono lentamente il gap con Merkova (20-17) e Cvetanovic già in doppia cifra (21-18). Un doppio Matuskova porta Monza a -1 (22-21), ma stavolta la Corpora ha il cinismo che occorre per portarsi meritatamente a casa il parziale 25-22.

Nel terzo parziale fa il suo esordio in bianco-blu Chiara Lapi, ex Scandicci, al posto della torinese Tiziana Veglia. L’equilibrio continua a regnare: la stanchezza comincia ad affiorare nelle gambe delle atlete ma il cuore sopperisce alla forma non ancora eccellente e alcuni scambi spettacolari tengono incollati ai sediolini i 500 spettatori del PalaJacazzi. Un diagonale di Nardini consegna il terzo vantaggio al terzo tempo tecnico del match, seppur di misura (12-11). Il primo strappo è ancora una volta di marca Corpora: al ritorno in campo Merkova entra in trance agonistica e mette a segno tutti i punti che portano le sue sul +5 (18-13) e con Delmati che si gioca il primo timeout. L’opposto di Trebic continua a macinare punti ma sono Nardini (23-16) e un ace di Donà (24-16) a chiudere il discorso: il set si chiude 25-19.

Nel quarto set è Monza a fare la parte della lepre, scappando via subito, trascinata dalle solite Matuskova (1-4), Moneta (2-6) e Balboni (4-7). Capitan Bonetti e un attacco fuori inducono Della Volpe al primo time out discrezionale sul 12-17 per le ospiti. Sul 12-20 fa il suo esordio in serie A la 18enne Marianna Ferrara, seguita dall’altro neoacquisto Bernadette Dekani e dalla ex San Casciano Focosi in regia. Un set quasi senza storia finisce alle ragazze di Delmati 25-14.

Tie-break chiamato a decretare la vincitrice di una sfida fantastica in linea col copione di tutta la partita: equilibrio assoluto fino a quota 4, quando una palla contestata porta a un cartellino rosso con punto annesso per le padroni di casa e 7-4 Corpora. Una “palletta” del capitano manda al cambio campo le squadre sull’8-5. Un triplo Lapi regala l’11-6, ma Monza torna sotto 12-10 con un ace di un’indomita Moneta. La Donà prende per sé tutte le palle che scottano (13-10), ma sul 14-12 è Merkova a suggellare una vittoria sofferta ma meritatissima.

Per la Corpora una settimana di lavoro utile a smaltire la fatica, stemperare le tante lodi e preparare al meglio la trasferta di Pavia, sconfitta anch’essa al tie-break sul campo del Filottrano.

 

Corpora Aversa – Saugella Team Monza

I set 23-25 (12-9) 30’

II set 25-22  (12-8) 28’

III set 25-19 (12-11) 27’

IV set 14-25 (9-12) 25’

V set 15-12 (5-8) 19’

 

Corpora Aversa: Merkova 25, Drozina (C) 3, Nardini 16, Donà 10, Veglia 1, Cvetanovic 15, Minervini (L), Lapi 6, Focosi, Ferrara, Dekani 1, n.e.: Giampietri (L). All.: Della Volpe

Saugella Team Monza: Balboni 2, Rossi Matuskova 17, Bonetti (C) 12, Devetag 16, Facchinetti 9, Moneta 23, Bisconti (L), Nomikou, Saveriano, Coatti 2, Bruno, n.e. Falotico. All.: Delmati

Arbitri: Moratti e Gasparro

Articoli correlati

Clendy Aversa, coach Della Volpe: ''Dimentichiamo il derby, subito il riscatto con Anagni''
Pubblicato il 17/11/2015 • leggi all'articolo
Playoff, a Rovigo gara 1 dei quarti
Pubblicato il 16/04/2015 • leggi all'articolo
Playoff raggiunti, Aversa sogna la A1
Pubblicato il 13/04/2015 • leggi all'articolo
La Corpora espugna Caserta: play-off più vicini
Pubblicato il 30/03/2015 • leggi all'articolo
La Corpora al rush finale per i play-off
Pubblicato il 27/03/2015 • leggi all'articolo
Olbia espugna Aversa, 3-1 al PalaJacazzi
Pubblicato il 12/03/2015 • leggi all'articolo
Corpora corsara, quarto posto nel mirino
Pubblicato il 09/03/2015 • leggi all'articolo
Triplo esame in sette giorni per la Corpora
Pubblicato il 06/03/2015 • leggi all'articolo
Tie-break fatale, la Corpora cade contro Piacenza
Pubblicato il 23/02/2015 • leggi all'articolo
Corpora Aversa chiamata al riscatto
Pubblicato il 20/02/2015 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus