22/07/14 Sergio Castelluccio, un campano tra i grandi del poker mondiale

ROMA. Un tour de force di oltre un mese per scoprire l’identità dei migliori giocatori di poker al mondo del 2014. Stiamo parlando delle World Series of Poker (WSOP), la prestigiosa rassegna, composta da tornei milionari, dedicata agli appassionati del tavolo verde, in calendario ogni anno tra giugno e luglio a Las Vegas. Appuntamenti dove hanno brillato anche alcuni azzurri, tra cui il campano Sergio Castelluccio, che ha offerto una nuova buona prova nel Main Event 2014, torneo che decide l’assegnazione del titolo di campione del mondo. 

Castelluccio è un volto noto per gli amanti del poker. Arrivato alla ribalta grazie alla vittoria all’Italian Poker Tour di Poker Stars del 2010, è tra i player più apprezzati nel panorama nazionale. In carriera vanta infatti vincite per quasi 2 milioni di dollari nei soli tornei dal vivo. Il suo risultato migliore lo ha ottenuto proprio alle WSOP, nell’edizione 2013. Nel Main Event di quell’anno raggiunse il 14esimo posto, incassando un assegno da oltre 450.000 dollari. Il 2014 non è stato un anno altrettanto fortunato, nonostante anche in questo Main Event si sia distinto, figurando nella classifica dei top 22 azzurri. La sua corsa si è arrestata al termine del Day 2A/B, ciò significa ben oltre le fasi di selezione iniziale (il torneo è composto da tre giornate d’apertura: Day 1A, Day 1B e Day 1C).

 

Al momento il torneo per il titolo di campione del mondo sta subendo uno stop forzato, dovremo infatti attendere fino a novembre per conoscere il nome del vincitore. In autunno verrà all’allestito infatti l’ultimo tavolo dell’evento, intorno al quali siederanno i nove finalisti, i cosiddetti “November Nine”. In palio un primo premio da 10 milioni di dollari. Questi i 

nomi, i posti assegnati e gli stack, ovvero l’ammontare delle chip a loro disposizione, dei nove fortunati:

 

Posto 1 - Billy Pappaconstantinou – 17.500.000

Posto 2 - Felix Stephensen - 32.775.000

Posto 3 - Jorryt van Hoof - 38.375.000

Posto 4 - Mark Newhouse - 26.000.000

Posto 5 - Andoni Larrabe - 22.550.000

Posto 6 - William Tonking - 15.050.000

Posto 7 - Dan Sindelar - 21.200.000

Posto 8 - Martin Jacobson - 14.900.000

Posto 9 - Bruno Politano - 12.125.000

 

Ma le WSOP non sono solo il Main Event. Nel torneo numero 62, il Little One for One Drop, Castelluccio è andato a premio, incassando i 12.908 dollari destinati al 42esimo posto. Buona anche la prova offerta nell’evento #58, Mixed Max, dove il partenopeo guadagna quasi 3.000 dollari grazie a un 129esimo posto su 1.475 iscritti. Risultati apprezzabili, ma che lasciano un po’ di amaro in bocca se rapportati alle aspettative del player avellinese. In una recente intervista ha dichiarato: “Al momento i tornei che ho giocato alle WSOP 2014 non mi hanno dato molte soddisfazioni”

La svolta potrebbe però essere dietro l’angolo. Il tempo speso a Las Vegas non è stato tempo perduto, ha permesso infatti a Castelluccio di scoprire per la prima volta i tornei low buy (dalla bassa quota di iscrizione) del festival. Una vera e propria rivelazione che potrebbe segnare un cambio di rendimento nelle trasferte d’oltreoceano del professional poker player campano. 

 

comments powered by Disqus