04/09/18 Festa della Madonna di Casaluce, le precisazioni dell'assessore Alfonso Oliva

AVERSA. “Il cittadino Gino della Valle dovrebbe informarsi meglio prima di rilasciare delle dichiarazioni ai media”. Queste le parole dell’assessore ai grandi eventi Alfonso Oliva, che spiega: “Già nel mese di luglio l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Enrico de Cristofaro, su mia proposta, ha concesso un contributo oneroso alla Parrocchia dei Santi Filippo e Giacomo in qualità di organizzatrice della festa in onore della Madonna di Casaluce. La delibera numero 293 prevede la concessione di un contributo oneroso per l’organizzazione della festa oltre che la concessione del Patrocinio per la stessa”. E continua Oliva: “A differenza degli anni e delle amministrazioni passate,  ci siamo mossi con anticipo deliberando il contributo quasi due mesi prima della festa in modo che il Comitato organizzatore potesse programmare gli eventi”. “Ma non solo”, incalza Oliva. “Per quanto riguarda l’installazione delle giostre, prima di parlare, sarebbe necessario conoscere i fatti. Abbiamo dato la possibilità ai giostrai, anche questo già dal mese di luglio, di poter installare, durante il periodo delle celebrazioni, le attrazioni nei pressi dello standard comunale di via Michelangelo, nell’area Pip di piazza Giovanni XXIII oppure in piazza Ruberti. Inizialmente avevano accettato la soluzione di via Michelangelo salvo poi declinare. Con una decisione collegiale dell’esecutivo, concordata con l’intera maggioranza, invece, abbiamo scelto di non concedere l’area (sia interna che esterna del parco Pozzi). In questo momento, con i lavori in corso in piazza don Diana, il parco Pozzi è indispensabile alla viabilità cittadina. Chiudere quel parcheggio, seppur per pochi giorni, non sarebbe possibile perché andremmo a bloccare l’intero traffico veicolare cittadino”. “Al cittadino Della Valle – conclude Oliva – voglio ricordare che prima di parlare è necessario informarsi accuratamente. Quando si diffondo messaggi imprecisi, la brutta figura è dietro l’angolo”.

comments powered by Disqus