22/04/14 Punto turistico nel comune di Parete

PARETE - La Pro Loco del Comune di Parete, nella persona del Presidente pro tempore Vincenzo Pellegrino, nei giorni dedicati in onore di Maria Santissima della Rotonda ha previsto attività attrattive per i numerosi paretani e forestieri che riempiono le strade comunali.

Un grigio mattino del 1400 circa, mentre un cacciatore era in giro per le campagne del Comune (precisamente in località “Rotonda”) il suo cane iniziò a scavare con le zampe; il cacciatore insospettito prese una pala e iniziò a scavare, ritrovando a pochi metri di profondità un quadro raffigurante il volto della Madonna con in braccio il Bambino Gesù.

In pochi minuti il ritrovamento fece il giro del Comune, il quadro venne portato in Chiesa e i fedeli decisero di darle il nome di Maria Santissima della Rotonda.

Siccome il cacciatore era di un Comune limitrofo ci fu una disputa sul luogo dove il quadro dovesse essere posto e con l’intervento della Curia si decise che lo stesso dovesse essere assegnato a chi l’aveva trovato.

Erano i giorni in prossimità di Pasqua e venne allestito un carro trainato da due buoi per portare l’effige nel Comune vicino.

Nel momento in cui fu posizionato il quadro sul carro e il cocchiere diede il comando ai buoi di camminare essi non riuscivano a muoversi neanche con l’aiuto degli astanti, a causa di una forza soprannaturale che aveva fatto diventare il carro pesantissimo.

A quel punto tutti dovettero constatare l’esistenza di un miracolo; appena il quadro fu rimosso dal carro questo diventò leggero come una piuma e i buoi iniziarono a camminare senza problemi. 

Riconosciuto il volere della Vergine di rimanere tra la gente di Parete fu deciso che l’effige sarebbe rimasta dove era stata ritrovata, costruendo una cappella nel luogo esatto del ritrovamento.

Il giorno del lunedì in Albis inizia con il tradizionale volo degli angeli: l’attrazione consiste in un percorso effettuato da due splendide fanciulle (denominate angioletti recitano una poesia alla Madonna) a una altezza di 25 metri su un castelletto appositamente eretto per l’occasione che raggiunge la Madonna sul sagrato della Chiesa (percorso di circa 300 metri).

         L’iniziativa della Pro Loco Parete è intitolata “Terra del Buono e delle Eccellenze Campane” e prevede la possibilità di assaggio delle fragole, delle mele annurche, delle mozzarelle, delle pastiere, dei casatielli, dei taralli con naspro, dei vini asprini, dei salumi (e il tutto accompagnato da mostre pittoriche di artisti locali).

Chi volesse avere più informazioni sulla provenienza e qualità dei prodotti, sulla natura delle mostre pittoriche, sulle date (20 – 21 – 26 – 27 aprile) e sugli orari degli eventi può contattare direttamente i responsabili della Pro Loco Parete nella loro sede o tramite e-mail all’indirizzo info@prolocoparete.it .

 

 

Avv. s. Raffaele Dell’Aversana

 

Articoli correlati

Carinaro, ''Insieme sotto l'albero''
Pubblicato il 08/12/2013 • leggi all'articolo
PulciNellaMente e la Pro Loco ricordano Marcello D’Orta “amico di Sant’Arpino”
Pubblicato il 19/11/2013 • leggi all'articolo
XXI Edizione della Sagra della mela di Valle di Maddaloni
Pubblicato il 17/10/2013 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus