20/10/16 Microsoft: il riconoscimento vocale diventa quasi umano

ROMA. Microsoft sta per lanciare un software di riconoscimento vocale quasi umano, in grado di riconoscere le parole in una conversazione con un grado di accuratezza molto simile a quello di una persona in carne e ossa.

Il colosso di Redmond punta a integrare la tecnologia principalmente nel suo assistente vocale Cortana, ma non solo. Un sistema così avanzato può servire anche a migliorare i vari programmi o le applicazioni di dettatura vocale.

Il risultato è stato ottenuto con il test di riconoscimento vocale Switchboard e il tasso di errore ottenuto è stato di 5,9 parole su cento, lo stesso che normalmente ottengono gli esseri umani.

Si tratta del punteggio più basso mai ottenuto da un sistema artificiale in questo test, migliorato di 0,4 punti percentuali in appena un mese. La tecnologia impiegata da Microsoft sfrutta modelli di linguaggio neurale che raggruppano parole simili tra loro.

Articoli correlati

Microsoft: Windows 10 si aggiorna con Creators Update e Surface Studio
Pubblicato il 27/10/2016 • leggi all'articolo
Ignite 2016: tante le novità promosse dalla conferenza Microsoft
Pubblicato il 27/09/2016 • leggi all'articolo
Microsoft: arriva Windows 10 Anniversary Update
Pubblicato il 27/07/2016 • leggi all'articolo
Microsoft: conti in rialzo nel trimestre grazie al cloud, male Windows Phone
Pubblicato il 21/07/2016 • leggi all'articolo
Ad agosto arriva in Italia la nuova Xbox One S
Pubblicato il 20/07/2016 • leggi all'articolo
Microsoft, Nadella: “Ogni business sarà digitale”
Pubblicato il 12/07/2016 • leggi all'articolo
Bill Gates e l'odio per la Xbox: la considerava un insulto a Microsoft
Pubblicato il 06/07/2016 • leggi all'articolo
Microsoft investe nel software per la marijuana, traccerà le piante dal seme alla vendita
Pubblicato il 18/06/2016 • leggi all'articolo
E3 2016: Microsoft lancia Project Scorpio
Pubblicato il 16/06/2016 • leggi all'articolo
Microsoft acquista LinkedIn per 26 milioni di dollari, ecco perchè
Pubblicato il 14/06/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus