25/12/16 (44) Cibi precotti e Merendine!

 

Concludiamo la categoria dei cibi da “Evitare” parlando di: “Cibi precotti e merendine”.

La televisione di oggi, in particolare la pubblicità, modifica in peggio le abitudini alimentari degli italiani. Veniamo invitati incessantemente a frequentare luoghi come i fast food e a mangiare merendine o cibi precotti che contengono additivi e conservanti, sostanze chimiche dannose per la salute.

Alcuni sostengono che la causa di questo problema non è da cercare nella televisione o nella sua pubblicità, ma nel pochissimo tempo libero che si ha a disposizione. Per molti italiani, il pranzo ormai è ridotto ad un pasto velocissimo, fatto sul posto di lavoro o per strada e mai a casa.

Il Cibo che nutre le malattie?

La qualità della nostra vita è sempre più compromessa da malattie croniche disabilitanti che un tempo erano riscontrate solo nella terza età: tumori, diabete di tipo 2, aterosclerosi, malattie infiammatorie croniche, per nominarne solo alcune, compaiono sempre più precocemente. I tumori nei bambini e negli adolescenti, ad esempio, aumentano dell’1.5 percento annuo. Per malattie neurodegenerative come l’Alzheimer si parla di vere e proprie pandemie.

La nostra vitalità va progressivamente riducendosi: non è inusuale osservare la discrepanza fra una tavolata domenicale dove i nonni consumano senza il minimo sforzo un pasto completo composto da antipasto, primo, secondo, contorno, pane, frutta e dolce, e l’affollamento giornaliero degli ambulatori medici da parte di un numero sempre crescente di giovani alla ricerca di un aiuto farmacologico per poter digerire pasti alquanto semplificati.

Forse qualcosa ci sfugge!

Veniamo al mondo con un bagaglio di vitalità che dobbiamo preservare per vivere non solo a lungo, ma anche in salute. Un frutto appena colto emana le qualità che ha assorbito dall’ambiente: la forza vivificante del sole, l’energia del vento, la risonanza di luna, stelle, terra. Queste forze ci permeano quando consumiamo un alimento che ha potuto raccogliere in sé gli elementi della natura. Entro quattro giorni dalla raccolta, i cibi emanano particelle di luce chiamate fotoni. Anche l’uovo recentemente deposto o il burro appena centrifugato è fonte di fotoni. Un chicco di cereale, piantato, cresce. Mantiene intatta, allo stato dormiente, la vita. E’ questa vita che ci nutre, che ci accresce in vitalità. E’ per questo che la nostra alimentazione dovrebbe essere soprattutto vegetale: le piante condensano la luce solare attraverso la fotosintesi clorofilliana, luce-vitalità che assorbiamo quando ce ne nutriamo.

E’ sorprende realizzare invece che quasi tutto ciò di cui ci nutriamo oggi è prevalentemente privo di vitalità: il latte, le carni e le uova provengono da allevamenti intensivi dove gli animali mangiano sementi geneticamente modificati coltivati con elevate dosi di pesticidi ad azione cancerogene e sono mantenuti in condizioni di vita inaccettabili per una società che si considera culturalmente avanzata; frutta e verdura provengono da territori impoveriti dall’utilizzo di monoculture e pesticidi, sono raccolte non ancora mature e conservate per mesi in frigoriferi ad atmosfera controllata; pani e prodotti da forno sono preparati con farine deprivate di ogni potere nutrizionale e ulteriormente trattate con agenti sbiancanti e sostanze chimiche che vanno sotto il nome ingannevole di “miglioratori delle farine”; zucchero raffinato, oli vegetali estratti con solventi chimici, merendine, cibi inscatolati, surgelati, precotti e affumicati hanno invaso gli scaffali del supermercato e le nostre dispense.

Cosa fare?

Per cominciare, quando facciamo la spesa, evitiamo le corsie centrali, regno degli inscatolati e prediligiamo quelle laterali dove sono reperibili i prodotti freschi. Riscopriamo le piccole attività commerciali e i mercati locali, dove agricoltori e allevatori del territorio portano i loro prodotti. Sempre più si stanno diffondendo gruppi di acquisto per ricevere cibi freschi, spesso biologici, direttamente a casa a prezzi stabiliti dalla filiera corta.

Mangiare bene e invecchiare in salute non è impossibile… basta occuparsene!

Liberamente tratto da un articolo della Dott.ssa Debora Rasio

                                                                             Vi consiglio di vedere questo video:

 

Articoli correlati

Healthy Life: Apre la nuova rubrica 'Salute e Benessere' di Vocenuova, Cristiana Carradori la redattrice
Pubblicato il 15/04/2013 • leggi all'articolo
Perchè seguire Healthy Life e i consigli di Cristiana Carradori?
Pubblicato il 16/04/2013 • leggi all'articolo
Come funziona questa rubrica?
Pubblicato il 16/04/2013 • leggi all'articolo
(2) Cambiamo le abitudini sbagliate. Rinforziamo il sistema immunitario
Pubblicato il 15/05/2013 • leggi all'articolo
(3) Perchè non facciamo le cose che ci fanno bene?
Pubblicato il 01/06/2013 • leggi all'articolo
(4) Inquinamento? La natura ci protegge!
Pubblicato il 01/07/2013 • leggi all'articolo
(6) Il segreto per una buona salute…L’OMEOSTASI
Pubblicato il 30/08/2013 • leggi all'articolo
(7) “L’intestino…radice dell’albero umano e secondo cervello”
Pubblicato il 15/09/2013 • leggi all'articolo
Snapchat presenta la sua nuova rivista online Real Life
Pubblicato il 20/06/2016 • leggi all'articolo
(42) I Lieviti
Pubblicato il 25/08/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus