14/03/14 La delusione di Zuckerberg per riguardo al governo USA per la privacy

USA. Grande frustrazione espressa dal creatore di facebook Mark Zuckerberg verso il governo americano riguardo la privacy. Infatti il padre del social piu usato al mondo ha lasciato una dichiarazione proprio sul suo social.

Queste dichiarazione arrivate dopo la pubblicazione di alcuni documenti segreti pubblicato su un sito di notizie americano. Infatti è stato dimostrato che l'NSA si sarebbe spacciato come un server Facebook per estrapolare file e dati.

Per tanto Zuckerberg ha dichiarato: “Ho chiesto personalmente a Obama maggiore trasparenza, ma al momento ogni riforma mi sembra ancora molto lontana. Mentre il mondo diventa più complesso e aumentano i conflitti tra governi la fiducia nei confronti della rete è più importante che mai. Internet è il nostro spazio condiviso, ci aiuta a connetterci, diffonde opportunità. Ci permette di imparare. Ci dà voce. Ci rende più forti e più sicuri. Ma dobbiamo mantenerlo sicuro. Ecco perché noi di Facebook spendiamo un sacco delle nostre energie su questo fronte. Lavoriamo tutti insieme per creare un ambiente protetto e rendere il nostro spazio condiviso per il bene di tutti. Questo è il motivo per cui sono così confuso e frustrato dal comportamento del governo degli Stati Uniti. Quando i nostri ingegneri lavorano instancabilmente per migliorare la sicurezza mmaginiamo che dobbiamo proteggerci dai criminali, non dal nostro governo, che dovrebbe essere il numero uno per la connessione internet, non una minaccia. C’è bisogno che il loro operato sia molto più trasparente di quanto lo sia ora, o la gente penserà il peggio. Ho chiamato il presidente Obama per esprimere la mia frustrazione per il danno che il governo sta creando a tutto il nostro futuro .Purtroppo, sembra che ci vorrà molto tempo per una vera riforma organica. Quindi tocca a noi, a tutti noi, creare la rete che vogliamo. Insieme possiamo costruire uno spazio più ampio di quanto lo sia oggi in tutto il mondo, più sicuro e più protetto. Sono impegnato - ha concluso il padre di facebook -  a fare in modo che ciò accada e tutti possono stare certi che Facebook farà sempre la sua parte”. 

Articoli correlati

Siria, Gentiloni: ‘’Inaccettabile uso delle armi. Italia coerente alleato USA’’
Pubblicato il 17/04/2018 • leggi all'articolo
Manipolati da Social e Società di Marketing: ma a noi importa davvero?
Pubblicato il 29/03/2018 • leggi all'articolo
Usa, Trump propone stretta sulla vendita di armi
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Facebook rivoluziona il News Feed per "renderci più felici"
Pubblicato il 13/01/2018 • leggi all'articolo
Cane attaccato dai bracconieri: veterinari sconvolti ma tentano di salvarlo
Pubblicato il 09/11/2017 • leggi all'articolo
Human Rights Watch a Trump: ''Non bandire i Fratelli Musulmani''
Pubblicato il 09/02/2017 • leggi all'articolo
Gli Usa leader mondiali della vendita di armi: le vendite hanno raggiunto i 40 miliardi di dollari
Pubblicato il 27/12/2016 • leggi all'articolo
Privacy: Facebook sospende condivisione dati con WhatsApp
Pubblicato il 18/11/2016 • leggi all'articolo
Uno studio americano: “Usare Facebook allunga la vita”
Pubblicato il 01/11/2016 • leggi all'articolo
Instagram pensa alle dirette streaming: spunta Go Insta
Pubblicato il 24/10/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus